Il responsabile del procedimento è in fondo un arbitro che ancor prima di tutelare i legittimi interessi della pubblica amministrazione che sono poi gli interessi (o dovrebberlo essere) della colletività deve garantire il rispetto delle regole nella procedura di gara; così come un arbitro deve osservare il corretto rispetto delle regole da parte delle squadre così anche la pubblica amministrazione deve garantire a tutti gli attori le stesse condizioni ed una di queste sono le verifiche sulle dichiarazioni effettuate dai partecipanti ovvero dagli aggiudicatari di un appalto. Tale obbligo è sancito all’art 32 comma 7 del codice degli appalti; il quale impone alla stazione appaltante di effettuare le opportune verifiche sul rispetto dei requisiti di ordine generale (art 80) e dei requisiti speciali (art 83).

Peraltro numerose sentenze del Consiglio di Stato hanno ribadito che la conformità ai requisiti deve rimanere per tutta la durata contrattuale; in ragione a ciò la quantità di controlli da effettuare e la numerosità dei soggetti da monitorare sono tali che alcune amministrazioni potrebbero entrare in seria difficoltà se non dispongono di risorse adeguate a tale scopo.

A chi è destinato il Servizio

Stazioni appaltanti che deve ottemperare a quanto previsto dall’art 32 comma7 del codice degli appalti; in particolar modo a quegli enti che non dispongono di una struttura organizzativa in grado di impegnarsi su questo fronte soprattutto per quanto riguarda gli appalti a trattativa diretta ove il controllo ed il monitoraggio non sono affidati alle centrali di acquisto ma direttamente all’ente

Quali sono i vantaggi del servizio

Il vantaggio è nella flessibilità in quanto il clliente può disporre del servizio nel modo che meglio preferisce ed in relazione ai suoi effettivi bisogni: ad esempio può decidere di fare delle verifiche diverse in funzione della criticità dell’appalto; può decidere di affidare a noi tutto il controllo o solo alcune parti; può decidere di assegnarci determinate gare ed altre invece vengono gestite internamente; oppure cosa da non trascurare è quello di affidarsi a questo servizio nel caso in cui il proprio personale incaricato per il servizio sia indisponibile per un certo periodo di tempo

Limiti-difficoltà operative

Come noto alcune informazioni sono disponibili in banche date pubbliche e quindi accessibili a tutti anche se con sottoscrizioni di abbonamenti; altre informazioni invece sono solo a disposizione del diretto interessato o della stazione appaltante; per quest’ultimi quindi non rimane che la seconda opzione essendo la prima esclusa perchè contraria alla legge che impone alla stazione appaltante di effettuare le verifiche direttamente. Per questi casi la stazione appaltante deve conferire delega a terzi, in alcune piattaforme la delega può essere effettuata direttamente online, ovvero il rappresentante della stazione appaltante dotato degli opportuni poteri inserisce nel sistema il soggetto delegato; ovviamente in questi casi il rappresentante deve disporre delle credenziali ovvero dello SPID ovvero della Carta Nazionale dei Servizi. A Tal proposito abbiamo predisposto una tabella sintetica che fornisce un quadro esaustivo dei controlli da effettuare e  gli strumenti

I plus di lavorare con BBSPRATICHE

Perchè abbiamo una visione d’insieme che pochissime organizzazioni possono vantare:

  1. Vi lavorano persone che hanno operato in ufficio gare e di conseguenza conoscono il contesto operativo nel quale ci si muove, riuscendo meglio ad prevenire e a comprendere i bisogni del RUP e della stazione appaltante in genere
  2. Siamo un agenzia che ogni giorno gestisce decine di pratiche telematiche e sa pertanto muoversi con dimestichezza nelle banche dati
  3. Lavoriamo pratiche amministrative  di tipo commerciale il che ci consente di avere una certa confidenza con il codice civile ed il codice amministrativo per quanto attiene le imprese
  4. conosciamo il codice degli appalti ed abbiamo acquisito una specifica certificazione che pochissime organizzazioni possono vantare
  5. Siamo organizzati in modo da poter soddisfare le richieste in tempi molto brevi e da garantire un elevato grado di sicurezza sulle informazioni
  6. Non chiediamo canoni fissi, il cliente quindi è libero di muoversi con la massima flessibilità
  7. Andiamo oltre il semplice discorso delle verifiche previste per legge cercando di supportare l’amministrazione ad un approccio non solo basato sulle carte
  8. Forniamo un servizio di monitoraggio continuo e siamo noi a ricordare al cliente le scadenze
  9. Siamo sul MEPA, il cliente può effettuare ordini tramite la piattaforma di Eprocurement della Consip

Siamo sul Mepa come procedere

Prima di procedere a creare una RDO o una TD sul MEPA sarebbe bene che la stazione appaltante individuasse con chiarezza i propri  bisogni e la reale disponibilità da parte delle figure apicali che hanno i poteri di conferire delega se sono disponibili in tal senso; in secondo luogo chiarire se si intende richiedere che tutti i controlli siano effettuati dal fornitore o se invece solo alcuni; i volumi in gioco ovvero quante gare si ipotizzano possano essere oggetto di questo intervento; definire un budget di spesa in modo da verificare quale potrebbe essere il costo massimo sostenibile; indicare anche i tempi di risposta attesi a fronte di una richiesta.

Fatto questa analisi dei bisogni si può procedere ad emettere la RDO/TD con una descrizione quindi del servizio atteso; per quanto concerne la parte economica si possono ipotizzare diverse ipotesi

a) costo unitario per singolo documento

b) costo unitario per procedimento di gara

c) costo in % rispetto al valore di gara

Si precisa che la categoria merceologica per tali attività è “Servizi di supporto specialistico” ed in particolar modo “Supporto specialistico in materia di acquisti e appalti”

Operatività

La procedura è piuttosto semplice e non ci sono particolari indicazioni da fornire; tuttvia la corretta procedura  potrebbe essere questa.

FASE PREPARAZIONE

a) Anche se l’offerta è unitaria emettere un ordine a valore che comprende un certo numero di attività per evitare di emettere ordini per ogni richiesta con un grande dispendio di tempo e di risorse per tutti

b) Indicazione da parte ns. dell’addeddo/i autorizzati ad assumere la delega e relativa sottoscrizione da parte di questi di un contratto di riservatezza sulle informazioni trattate

c) riferimenti della stazione appaltante autorizzati a ricevere la chiave di cifratura e l’indicazione di un indirizzo PEC ove inviare i documenti 

d) procedere all’abilitazione dei soggetti indicati all’accesso sulle piattaforme

FASE ESECUTIVA

e) fornirci i nomi dei soggetti e dei controlli che intende assegnarci oppure ci afffida il bando e la lista dei soggetti che intende analizzare ed il resto lo facciamo noi; ovviamente alla stazione appaltante rimane sempre la fase decisionale e di comunicazione con l’esterno.  Abbiamo così predisposto un modello di richiesta che sintetizza le informazioni necessarie all’esecuzione della prestazione; per una completa visione di tutti i controlli che possiamo fare si può far riferimento al presente documento

Se vuoi essere ricontattato e/o per avere una quotazione 

    Consenso per l'invio di comunicazioni per mail, whatsapp, sms.

     Ho preso visione dell’informativa sul trattamento dei miei dati personali.
    Informativa sulla privacy

    Verifica codice di sicurezza

    captcha

    Hey! I am first heading line feel free to change me

    I am promo text. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.